Notizie local

Documento d’identità, video-selfie o “garanti”: così Instagram verifica l’età degli iscritti

Instagram sta testando nuovi metodi per consentire agli utenti di verificare la propria età, compreso uno strumento di intelligenza artificiale. Negli Stati Uniti, infatti, è in fase di test un software di analisi facciale utile sia per una questione legale che per il targeting di contenuti e pubblicità mirati.

Per accedere al social network e per creare un account devi avere almeno 13 anni. Ad oggi, Instagram chiede agli utenti di verificare la propria età solo quando gli adolescenti cercano di cambiare la loro data di nascita per dimostrare di avere 18 anni o più. I follower congiunti devono avere più di 18 anni e avranno 3 giorni di tempo per rispondere alla richiesta.

Ci sono tre possibilità a disposizione dell’utente per registrarsi sulla piattaforma: caricare un documento di identità, caricare un video-selfie o indicare tre conoscenti maggiorenni che saranno “garanti”, ovvero chiamati a confermare l’età dichiarata.

I genitori avranno maggiori controlli sul comportamento della piattaforma degli utenti adolescenti con la possibilità di farlo fissare dei limiti di tempo e visualizzare i dettagli di tutte le segnalazioni dei loro figli che saranno “invitati” a guardare più contenuti se visualizzano ripetutamente gli stessi argomenti nella pagina “Esplora” e incoraggiati a “prendersi una pausa” se scorrono continuamente i film. Tutte le informazioni fornite sono privateMeta spiega e non saranno visibili a nessuno.

Dopo il suo lancio nel 2010, Instagram ha rapidamente guadagnato popolarità, con un milione di utenti registrati in due mesi, 10 milioni in un anno e 1 miliardo a maggio 2019. Ad aprile 2012 Facebook ha acquisito il servizio per circa 1 miliardo di dollari. A ottobre 2015 erano state caricate oltre 40 miliardi di foto.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button