Notizie Italia

Djokovic cala il settebello a Wimbledon, piegato Kyrgios

A Wimbledon vince sempre Novak Djokovic. Dal 2018 in poi, esclusa l’edizione 2020 non giocata per covid, l’epilogo ai Campionati è sempre lo stesso: con il serbo inginocchiato sul Centre Court ad assaggiare l’erba dell’All England Club. In finale non è riuscito a centrare l’istrionico Nick Kyrgios, alla sua prima finale del Grande Slam. L’australiano dà fuoco a Londra per un set, ma poi si arrende nel quarto set dopo tre ore e un minuto di gioco con il risultato di 4-6 6-3 6-4 7-6 (3). Con un Djokovic che, come nei turni precedenti con Sinner e Norrie, acquista solidità e fiducia con il passare dei minuti, Kyrgios invece affonda sotto la pressione di una tappa per lui nuova. Dalla polemica con il giudice di presidenza, colpevole di non essere intervenuto nel modo giusto per riportare il silenzio al punto in corso, a quelli con la propria area, rimproverati di essersi rilassati troppo presto nella partita in cui concedeva il break dal 40- 0 e chi di fatto ha deciso il terzo set: nel bene e nel male è il solito spettacolo.

Nel quarto Kyrgios ci prova e resiste fino al tie-break, dove si lascia prendere dalla fretta e incappa in una serie di pesanti errori. “Vorrei ringraziare l’arbitro e il mio corner, so di non essere un cliente facile. Ma sono state due settimane meravigliose, ora ho bisogno di una vacanza”, ammette l’australiano a fine partita. Può finalmente dissolversi in un grido liberatorio, invece, Djokovic. “Questo sarà sempre il mio torneo preferito, è per questo che ho iniziato a giocare a tennis. È l’evento con più storia, qui si fa di tutto per i giocatori”, le parole del serbo durante la premiazione, con il trofeo d oro nelle tue mani. È il settimo della sua carriera, come Pete Sampras e William Renshaw, all’interno dell’ottavo record di Roger Federer. Ma intanto lo svizzero è stato superato nella classifica del Grande Slam di tutti i tempi: con i suoi 21 titoli, Djokovic ha riaperto la caccia al primatista Rafael Nadal, a quota 22.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button