Notizie Italia

Di Maio: «Grazie a Falcone l’Italia è il Paese guida nella lotta alle mafie»

“Oggi l’Italia è unanimemente considerata a livello internazionale come un Paese leader nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo a Napoli all’Assemblea parlamentare del Mediterraneo si è soffermato sul tema “Convenzione di Palermo: il futuro della lotta alla criminalità organizzata transnazionale”.

«La lotta alla criminalità organizzata internazionale – afferma Di Maio – come sfida comune per una regione strategica per l’Italia, quella mediterranea, in cui è fondamentale la comprensione condivisa del fenomeno, lo scambio di buone pratiche e la definizione di strategie coordinate. Il valore aggiunto di questo contesto, poi, è la dimensione parlamentare, testimone diretto della volontà e della sensibilità dei cittadini, e quindi primo e più immediato interprete della sua domanda per il futuro”.

Il ministro degli Esteri ha ricordato Giovanni Falcone «tra i primi a comprendere l’importanza della cooperazione internazionale per combattere efficacemente le mafie. Il 23 maggio, nel trentesimo anniversario della strage di Capaci, abbiamo voluto ricordare a Palermo la proiezione internazionale del pensiero di Falcone. Il giudice Falcone ha contribuito a tracciare le linee fondamentali della diplomazia giuridica italiana, vero direttore della nostra politica estera e della nostra azione multilaterale. La Farnesina ha raccolto con orgoglio e responsabilità la sua eredità, contribuendo alla costruzione di principi universalmente riconosciuti dello Stato di diritto”.

Poche settimane prima di essere ucciso, ricorda Di Maio, Falcone «ha partecipato alla prima sessione della Conferenza delle Nazioni Unite sulla prevenzione del crimine e la giustizia penale a Vienna, chiedendo un impegno globale nella lotta alla mafia. La Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale, firmata nel 2000 a Palermo, incarna il pensiero del giudice Falcone, affermando il principio secondo cui, per prevenire e combattere la criminalità organizzata, gli Stati devono unire le forze e collaborare”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button