Notizie Italia

Dazn si scusa per i disservizi, ma la Lega di Serie A e il governo insorgono

Non bastano le scuse e un collegamento alternativo per riparare il disservizio che ha rovinato la festa dei tifosi proprio alla ripresa del campionato di Serie A. convoca un vertice e la Lega Calcio che si riserva azioni a tutela della propria immagine. È intervenuta anche l’Agcom, che ha chiesto alla piattaforma di streaming “chiarimenti urgenti” e “di fornire tempestivamente un risarcimento”.

La Lega di Serie A, che parla di “pregiudizio e danno irreparabile”, dà anche un ultimatum per 16 a Dazn, considerando che le partite in programma oggi “coinvolgono due club, Juventus e Napoli, con un seguito enorme di tifosi/utenti”: per nelle ultime due gare della prima giornata, la pedana dovrà “prendere tutte le azioni opportune per far sì che i problemi tecnici siano risolti”.

Intanto Dazn, che si è aggiudicata i diritti tv del campionato di calcio, si impegna a risarcire gli utenti: “Nel rispetto delle regole vigenti: provvederemo a risarcire ogni cliente interessato con le modalità comunicate nei prossimi giorni”. Ma prima del risarcimento arrivano le scuse anche se Dazn sottolinea come il disservizio di ieri, avvenuto in un momento cruciale ovvero la ripresa della Serie A, “è stato un evento di natura eccezionale che ha colpito alcuni utenti in diversi mercati” e che è stato fornito ai clienti l’opzione di un collegamento alternativo.

«Ieri abbiamo riscontrato problemi tecnici relativi all’accesso alla nostra app. Ci scusiamo per qualsiasi inconveniente causato. Se hai problemi ad accedere alla piattaforma, puoi utilizzare il link sottostante per vedere Verona-Napoli. Il collegamento sarà attivo a partire dalle 18, scrive Dazn in una lettera inviata nel pomeriggio informando i suoi utenti sulla possibilità di prendere visione del primo dei due rinvii, Verona-Napoli, nel caso in cui dovessero sorgere nuovi problemi. Una soluzione temporanea che è servita a ridurre i danni immediati, e la valanga di critiche rabbiose da parte degli utenti che ne minacciavano le cancellazioni. Ma ciò non basta e infatti la piattaforma afferma che da ieri i tecnici “stanno lavorando ininterrottamente per risolvere la situazione”.

Risarcimenti e scuse che, però, non sembrano sufficienti. Infatti, a causa dei “gravi disservizi” e delle “numerose segnalazioni pervenute”, l’Agcom si riserva la facoltà “a seguito degli approfondimenti e delle proprie valutazioni di adottare ogni iniziativa che si rendesse necessaria”. Anche la Lega Calcio non esclude azioni risarcitorie a tutela delle società che rappresenta e degli utenti. Non da ultimo nella bufera Dazn interviene il sottosegretario allo Sport Valentina che prepara “un tavolo urgente con Serie A, Ministero dello Sviluppo Economico e Agcom”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button