Notizie Italia

Dall’Australia all’Austria, Leclerc torna al successo. A fuoco la rossa di Sainz

Dall’Australia all’Austria: con orgoglio, cattiveria e una vettura quasi perfetta (problemi al gas nel finale), Charles Leclerc trionfa al Red Bull Ring tornando a vincere esattamente tre mesi dopo l’ultima volta. Dopo tanta sfortuna, scelte strategiche discutibili e problemi di affidabilità, il monegasco riporta la sua Ferrari numero 16 sul gradino più alto del podio, centrando la terza vittoria stagionale. Poteva essere un giorno di gloria per il rosso in casa dei rivali, ma Carlos Sainz è stato costretto al ritiro a fine gara proprio mentre stava per guadagnare il secondo posto su Max Verstappen. Alla fine l’olandese è riuscito a limitare i danni piazzandosi alle spalle del monegasco, che comunque ha accorciato a 38 punti dalla vetta della classifica piloti, scavalcando il pensionato Sergio Perez al secondo posto con l’altra Red Bull. Sul gradino più basso del podio ancora Lewis Hamilton con la Mercedes, seguito dal compagno di squadra George Russell.

La gara e l’arrivo mozzafiato

Partenza pulita per Verstappen e Leclerc, Sainz ha invece faticato a rischiare di perdere la posizione su Russell, ma ha recuperato pochi metri dopo. Nel frattempo, anche il pilota inglese della Mercedes è impegnato in un duello con Perez, entrando in contatto con il messicano e rimediando una penalità di 5 secondi per averlo costretto a un testacoda e tornare in ultima posizione, con evidenti danni al auto (successivamente ci sarà il ritiro). Nel corso del 12° giro un selvaggio Leclerc ha superato Verstappen, con l’olandese che ha reagito subito rientrando ai box per montare gomme più dure per poi tornare al comando della corsa dopo le due soste delle Ferrari. Le rosse, invece, hanno un passo super e rimediano subito al pilota della Red Bull, con il monegasco che gli fa nuovamente saltare la prima posizione al giro 33 e lo spagnolo pochi giri dopo per la seconda sosta dell’olandese. Tra il 50 e il 51 riappaiono anche le due Ferrari e la situazione si ripete ancora, con Verstappen che torna al comando della corsa ma solo per pochi chilometri, superato per la terza volta da uno scatenato Leclerc. Rimonta anche Sainz in un amen alla ricerca della doppietta rossa, ma i problemi di affidabilità colpiscono ancora la sua vettura costringendolo a un doloroso ritiro. Finale da vivere d’un fiato per Leclerc, che accusa i problemi all’acceleratore (rimane aperto in frenata) ma va comunque a tagliare per primo il traguardo, tenendo a debita distanza Verstappen.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button