Notizie local

Dal primo luglio i saldi in Sicilia: ogni famiglia spenderà almeno 200 euro

Gli sconti che, in Sicilia, partiranno venerdì 1 luglio, registreranno buoni risultati, sicuramente migliori dei saldi del 2020 e del 2021. Il pronostico è della Confederazione Italiana Mercanti Siciliani, guidata dal presidente regionale Salvatore Bivona. “Ogni famiglia – annuncia – spenderà, in media, cento euro in più rispetto allo scorso anno: o, complessivamente, circa duecento euro”.

«Tutto – sottolinea – nonostante l’inflazione, il rincaro dell’energia, il Covid incombente ancora una volta e lo spettro della guerra: fattori non certo da sottovalutare, ma che non impediranno al commercio di riprendersi, seppur parzialmente, dopo due anni di stop».

Secondo il presidente della regione, però, un buon aiuto verrà anche dai turisti – italiani e stranieri – in giro per le città siciliane, Palermo in testa. Laddove, in particolare, si riscontrano – soprattutto nei negozi del centro storico – nuove modalità di diversificazione dell’offerta di prodotti, una precisa scelta da parte dei commercianti di vendere di più e soddisfare al meglio le esigenze dei consumatori. «In via Maqueda – spiega Salvatore Bivona, che ricopre anche la carica di presidente del CIDEC di Palermo – dove le aspettative legate ai saldi sono maggiori per via del flusso di visitatori, non sono pochi i commercianti che hanno scelto di proporre, insieme a capi di abbigliamento, compresi oggetti e souvenir tradizionalmente legati ai turisti”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button