Notizie Italia

Cipollini condannato a 3 anni per lesioni e maltrattamenti all’ex moglie

Tre anni di condanna per l’ex campione del mondo di ciclismo Mario Cipollini in un processo che lo ha visto accusato dei reati di infortunio, maltrattamenti e minacce all’ex moglie Sabrina Landucci. Una severa sentenza pronunciata dal giudice del tribunale di Lucca Felicia Barbieri, che è andata addirittura oltre i 2 anni e 6 mesi richiesti dall’accusa, dalla pm Letizia Cai. La Cipollini è stata anche condannata per minacce al compagno, l’ex calciatore professionista Silvio Giusti. Il giudice ha anche deciso sulla sentenza di pagare 80mila euro all’ex moglie e 5mila euro alla compagna. Alla fine Sabrina Landucci, che ha seguito l’udienza finale in aula, ha sciolto la tensione in lacrime abbracciando l’avvocato Susanna Campione che l’ha assistita. «Difficile commentarla – ha detto – ma sono contenta anche se è stato un viaggio molto difficile e oggi è stata una giornata molto difficile. È stato davvero difficile da ascoltare perché la parte difensiva mi ha ferito molto, molto male, mi sono sentita davvero offesa e soprattutto la cosa che mi ha offeso di più è stata aver disegnato questa mia immagine di madre inadeguata mentre è la cosa contro la quale ho lottato per tutta la vita. Spero che questa mia storia serva a tante persone che da anni non riescono a fare questo passo».

Mario Cipollini, invece, non era in aula ed è stato informato della sentenza dai suoi difensori che nel motivo discusso oggi hanno dedotto incongruenze nelle testimonianze. Dopo la sentenza, l’avvocato Giuseppe Napoleone ha detto di voler “attendere che si leggano i motivi” prima di commentare la sentenza, ma è certo che gli avvocati di Cipollini presenteranno ricorso alla corte d’appello.

La vicenda è venuta alla luce nel 2017 con la denuncia presentata da Sabrina Landucci dopo un attacco subito dall’ex marito in una palestra di Sant’Alessio di Lucca dove lavora. C’erano dei testimoni, la donna aveva una prognosi di sette giorni al pronto soccorso. Da lì, poi, si sono dipanate una serie di accuse legate ad episodi tra il 2016 e il 2017, «una serie di atti lesivi – ha detto il pm – dell’integrità fisica e psichica dell’ex moglie con pugni, schiaffi, calci, con ferite e minacce di morte”. Tutto questo, ha sottolineato il pm Cai, mentre
Sabrina Landucci stava cercando di voltare pagina nella sua vita intraprendendo una nuova relazione romantica con il suo attuale partner.

Cipollini e i suoi legali hanno tentato di smantellare questa ricostruzione, sia dal punto di vista delle testimonianze che dei fatti, negando che l’ex campione del mondo abbia usato violenza nei confronti della donna o che le abbia puntato una pistola, secondo uno dei vari contestati fatti. Riguardo alla puntata della palestra, Cipollini ha sempre smentito le accuse nei suoi confronti, spiegando in particolare di essersi limitato a prenderla per il polso durante una discussione riguardante i suoi figli. Di tutt’altro parere il giudice, invece, ha emesso una sentenza di condanna.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button