Notizie Italia

Chinnici: procedure semplici e trasparenza per sostenere le imprese

“Le aziende troveranno sempre un solido alleato nel mio governo. Semplificazione delle procedure, tempi certi e trasparenza sono tra i pilastri dell’idea di buona amministrazione che il mio esecutivo, se fosse una realtà dopo il voto, metterà in pratica con assoluta determinazione». Così Caterina Chinnici, candidata alla presidenza della Regione Siciliana per la coalizione di centrosinistra, intervenendo a un incontro organizzato a Palermo dalla Cna Sicilia (Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa).

“Le procedure, le certificazioni, le autorizzazioni o qualsiasi altro tipo – ha aggiunto – devono infatti essere svolte con tutta la scrupolosità prevista dalle normative ma non devono mai lasciare spazio a zone d’ombra che poi finiscono per diventare un freno o un ostacolo. Per questo, se eletto, partirò dalla legge regionale 5 del 2011 da me firmata quando ero consigliere regionale, che dovrà finalmente essere integralmente applicata ed eventualmente aggiornata. Una legge con disposizioni specifiche, tra l’altro, per agevolare le attività economiche, nonché per l’informatizzazione della pubblica amministrazione e in generale per la sua efficienza a tutto campo». Chinnici si è soffermato, tra l’altro, sulla necessità di “aggiornare la legge regionale sull’artigianato, ormai troppo superata, perché la Regione deve essere dotata di leggi moderne in tutti i settori”, e sul ruolo essenziale della formazione, “per essere attuato un rapporto più stretto con le richieste del mercato del lavoro per favorire l’inserimento».

La candidata di centrosinistra ha poi sottolineato “la centralità dei fondi europei per sostenere lo sviluppo in tutti i settori e, in termini di costi energetici per le imprese, ha annunciato che proporrà, a breve termine, l’istituzione di un fondo regionale di solidarietà contro il caro bollette destinate non solo alle famiglie meno abbienti ma anche ad imprese ed esercizi commerciali, fermo restando – ha precisato – che la nostra strategia a medio e lungo termine è quella che spinge all’efficienza energetica e alla diffusione delle rinnovabili anche per l’autoconsumo -produzione “.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button