Notizie local

Chinnici candidata del Pd alle primarie, il M5s chiama gli iscritti e +Europa vuole correre da sola

Pd e M5 si stanno muovendo in vista delle primarie di centrosinistra. La dirigenza regionale del Pd dovrebbe riunirsi venerdì prossimo per la selezione del candidato alle primarie di campo progressista, in programma il 23 luglio. Questo pomeriggio (21 giugno 2022) è in programma l’assemblea dei club della Sicilia occidentale, ieri c’era quella della parte orientale. Chiuse le consultazioni, il segretario dem Antonio Barbagallo dovrebbe ufficializzare la proposta di candidatura in direzione: l’eurodeputato sarebbe in pole Caterina Chinnici. La leadership democratica potrebbe pronunciarsi sulla relazione del segretario o votare.

Sono ore travagliate per i grillini che si organizzano per la scelta del loro candidato. Suggestivo il luogo prescelto, la biblioteca comunale Scarabelli da dove è partita dieci anni fa la corsa ai 5 stelle, che ha portato il Movimento alla storica conquista dei seggi dell’Assemblea siciliana: sabato prossimo i membri del M5s si riuniranno in un’assemblea che il referente in Sicilia, Nuccio Di Paola, si appresta a convocare. L’incontro, apprende l’ANSA, servirà a individuare la volontà di candidarsi alle primarie del settore progressista, in programma il 23 luglio, per la scelta del candidato alla presidenza della Regione Siciliana. Acquisita la disponibilità dei nominativi o del nominativo, sarà sottoposto al vaglio del leader del M5s, Giuseppe Conte: sta a lui stabilire le modalità per individuare il candidato a cinque stelle nella rosa dei candidati a disposizione, che si misurerà poi con gli sfidanti individuati da Pd e Sinistra. o qualsiasi altro partecipante della società civile. Secondo il regolamento approvato dalle parti, le candidature alle primarie devono essere formalizzate tra il 23 e il 30 giugno.

Dopo gli ottimi risultati delle amministrative, soprattutto a Palermo, Action e + Europa starebbero valutando la possibilità di correre da soli nelle squadre regionali in Sicilia. Nella lista dei nomi, secondo l’Ansa, c’è anche il magistrato Massimo Russo, che ha fatto parte del governo di Raffaele Lombardo, con delega alla Sanità. Russo avrebbe già incontrato Carlo Calenda.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button