Notizie local

Canicattì, la minoranza vuole il Comune parte civile al processo Girgenti Acque

I consiglieri di minoranza del Comune di Canicattì hanno chiesto al sindaco Vincenzo Corbo di procedere con la richiesta di azione civile nel processo “Waterloo”, quello relativo all’operazione della Procura di Agrigento nei confronti dell’imprenditore Marco Campione e dei vertici aziendali delle “Acque di Girgenti”.

I consiglieri Cilia, Lalicata, Marchese Ragona e Sciabarrà hanno chiesto inoltre al presidente Mimmo Licata di inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale la proposta di mozione da loro firmata “Costituzione della parte civile del Comune di Canicattì nel processo Waterloo contro i sudditi che rappresentava Girgenti Acque». La prima udienza utile al tribunale di Agrigento è fissata per il 24 giugno e riguarda 46 persone tra cui l’ex prefetto di Agrigento Nicola Diomede, giornalisti, esponenti della polizia, della politica e dell’imprenditoria accusati di vari reati, anche associativi. reati nella gestione dei servizi e delle risorse idriche in provincia di Agrigento con pagamento di tangenti e assunzione di familiari e amici L’operazione Waterloo suscitò grande impressione nell’opinione pubblica e portò la provincia di Agrigento alla ribalta nazionale.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button