Notizie Italia

Campobello di Licata, crocifisso formato da sei cartucce per un agricoltore

Un crocifisso, composto da sei cartucce, ancorato con fascette al cancello d’ingresso dell’appezzamento di terreno dove coltiva gli ortaggi. Probabilmente non credeva ai suoi occhi, il sessantaseienne contadino di Campobello di Licata. Un uomo che ha denunciato tutto alla polizia della stazione della città.

Quel crocifisso, composto da cartucce calibro 16 marchiate Winchester, è stato sequestrato e sarà sottoposto a tutte le indagini ritenute utili dalla Procura di Agrigento. Il sostituto di turno ha aperto un fascicolo di indagine contro ignoti. Il terreno di circa mille metri quadrati, alla periferia di Campobello di Licata, che il contadino sessantaseienne utilizza per coltivare ortaggi, è intestato al fratello: un impiegato comunale sessantenne. E anche questo è un dettaglio che non può sfuggire ai militari dell’esercito di Campobello di Licata che, coordinati dal comando della compagnia di Licata e dalla Procura di Agrigento, si stanno occupando delle indagini sulle intimidazioni.

L’agricoltore non avrebbe espresso sospetti su nessuno, né avrebbe denunciato problemi o disaccordi con familiari o conoscenti. Eppure, di fatto, qualcuno – senza farsi vedere – riuscì a lasciare, o meglio ad ancorare al cancello con delle graffe, quel crocifisso fatto con le cartucce. Non sono presenti sistemi di videosorveglianza, né in prossimità del lotto né nell’area che conduce alla campagna.

Non è escluso che i carabinieri possano tornare, in merito all’intimidazione di Campobello di Licata, a sentire il contadino, nonché il proprietario del terreno, ovvero il confratello-dipendente o anche i proprietari di case e terreni agricoli presenti in l’area . In quest’ultimo caso si cercherà di capire se sono state rilevate presenze insolite. Gli specialisti dell’arma cercheranno quindi la presenza di impronte o altre tracce sui proiettili che componevano il crocifisso e sulle fasce.

© Tutti i diritti riservati

Scopri di più inedizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola.
Per leggere tutto, acquista il giornale o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

Related Articles

Back to top button