Notizie Italia

Bonus energia esteso alle piccole aziende: a chi spetta, i requisiti

Anche le aziende più piccole potranno beneficiare del bonus energia. Lo prevede il decreto Aid-ter. In pratica sono stati rafforzati e ampliati i crediti d’imposta per le imprese e le piccole imprese. Il bonus sociale elettrico è uno sconto sulla bolletta, erogato dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’Energia, le Reti e l’Ambiente, per garantire un risparmio sulla spesa energetica alle famiglie in condizioni di disagio economico e fisico.

Bonus energia per le piccole imprese

Il provvedimento estende il credito d’imposta per far fronte alle maxi bollette delle imprese più piccole che consumano meno di 16Kwh (si partirà da 4,5Kwh). Per questi lo sconto sarà del 30% della spesa sostenuta per l’acquisto delle componenti energetiche nei mesi di ottobre e novembre 2022, superiore al 30% del prezzo medio riferito allo stesso periodo del 2019.

Bonus energetico per bar e ristoranti

Il bonus energia è valido anche per bar e ristoranti. Si tratta di aziende che si collocano nella fascia di consumo da 4,5 KWh fino a 16 KWh. Il sostegno, per i mesi di ottobre e novembre, prevede uno sconto fiscale del 30% della spesa sostenuta per la fornitura di energia, purché questa sia almeno il 30% superiore a quella dello stesso periodo del 2019. anche le società sportive .

I requisiti

Per poter accedere alla struttura è necessario dimostrare i maggiori costi sostenuti: le bollette devono dimostrare un aumento dei costi sostenuti almeno del 30%.

Il credito d’imposta

Il credito d’imposta può essere utilizzato in compensazione oppure può essere ceduto a istituti di credito e intermediari finanziari autorizzati. Maggiori dettagli arriveranno quando il decreto sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale. In ogni caso, il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito imponibile ai fini IRES, IRAP e IRPEF.

Altro supporto per le imprese

Il credito d’imposta per le piccole imprese è una delle novità ma sono previste anche altre iniziative, come l’agevolazione dell’accesso al credito per esigenze di cassa attraverso accordi tra governo e banche per erogare prestiti a tassi bassi per consentire alle piccole imprese di pagare gas ed elettricità fatture.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button