Notizie Italia

Bonus benzina al via: a chi spetta il rimborso del carburante e come presentare la domanda

Bonus benzina al via: dal 12 settembre sarà possibile fare domanda sulla piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Accise, delle Dogane e dei Monopoli. Le domande riguardano spese ammissibili sostenute nel periodo compreso tra gennaio e marzo 2022, una sorta di rimborso parziale.

Bonus benzina, che cos’è

Il bonus benzina è stato introdotto dal decreto Aiuti e lo stanziamento per il 2022 è pari a 497 milioni di euro. Si tratta di un contributo statale per i lavoratori del settore privato. Articolo 2 del decreto legge 21/2022, convertito con modificazioni dalla legge 20 maggio 2022, n. 512 (il cosiddetto decreto Ucraina bis), prevede un buono del valore massimo di 200 euro, esente sia da contributi che da tasse. La novità più importante introdotta dalle modifiche appena approvate riguarda la cessione del bonus che può avvenire per qualsiasi motivo e non solo gratuitamente. Il credito d’imposta per il bonus benzina è pari al 28% delle spese sostenute nel primo trimestre 2022, al netto dell’IVA, per l’acquisto di carburante utilizzato su veicoli di categoria Euro 5 o superiore.

Chi ha diritto al bonus benzina

Possono beneficiare del bonus benzina le imprese che trasportano merci per conto terzi con sede o stabile organizzazione in Italia. Possono accedere al beneficio i datori di lavoro privati; il documento di pratica chiarisce che rientrano nell’ambito di applicazione anche i soggetti che non svolgono attività commerciale ei lavoratori autonomi, purché dotati di propri dipendenti. Sono invece escluse dalla sovvenzione le pubbliche amministrazioni. Il credito d’imposta sarà attribuito fino ad esaurimento delle risorse in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande e nel rispetto dei limiti del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato. Il contributo riconosciuto può essere utilizzato in compensazione solo presentando il modello F24 tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Il provvedimento è cumulabile con altre agevolazioni della stessa tipologia, purché non si superino le spese complessive sostenute, e non concorrano alla formazione del reddito d’impresa.

Come presentare la domanda

La domanda deve essere presentata a partire dal 12 settembre attraverso la piattaforma dell’Agenzia delle Dogane. Devi essere in possesso delle credenziali Spid, Cns o Cie. Una volta autenticati, puoi procedere con l’applicazione, unica per ogni azienda. È prevista l’autodichiarazione della qualità di un’impresa di trasporto merci. La piattaforma resta aperta dal 12 settembre e per i successivi 30 giorni. In questo periodo puoi: inserire un’istanza; inserire una nuova domanda in sostituzione della precedente solo se non già accolta; inserire una nuova istanza in sostituzione della precedente a seguito di esito negativo visualizzabile nell’area riservata.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button