Notizie local

Bonus 200 euro: molti statali non dovranno presentare la dichiarazione, chi deve inviarla

A luglio scatta il bonus da 200 euro e per quanto riguarda il settore pubblico non tutti i dipendenti devono presentare la dichiarazione attestante di essere in possesso dei requisiti e quindi di non essere pensionati o titolari di reddito di cittadinanza.

Bonus 200 euro, a chi appartiene

Il premio spetta ai dipendenti con reddito lordo massimo di 2mila 692 euro mensili che hanno beneficiato dell’esenzione contributiva dello 0,8% per almeno una mensilità di stipendio nel periodo compreso tra il 1 gennaio e il 23 giugno 2022.

Bonus 200 euro, chi deve presentare la richiesta

Il Decreto Semplificazioni precisa che i dipendenti pubblici che ricevono la busta paga tramite NoiPA non devono presentare l’autodichiarazione. Si tratta in pratica di dipendenti delle pubbliche amministrazioni i cui servizi di retribuzione del personale sono gestiti dal sistema informatico del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Sono esenti dalla presentazione gli operatori dei ministeri e la Presidenza del Consiglio dei ministri; scuole e istituti di ricerca; polizia, carceri, guardia di finanza e Banca d’Italia; quasi tutte le agenzie fiscali, metà delle forze armate e delle autorità portuali. Nella maggior parte dei casi, enti locali, enti e sanità non sono inseriti nel portale NoiPA e quindi i dipendenti di questi settori devono presentare autodichiarazione.

Bonus 200 euro, che lo riceverà ad ottobre

Il bonus di 200 euro sarà percepito nel mese di ottobre dai lavoratori domestici che dovranno presentare domanda entro il 30 settembre, titolari di Naspi, Dis-Coll, beneficiari di disoccupazione agricola, indennità ex Covid 2021, collaboratori e stagionali, che hanno tempo di domanda fino a ottobre 31.

Bonus 200 euro, part-time

I lavoratori part-time che percepiscono 200 euro nel caso in cui siano titolari di più contratti part-time, dovranno compilare la dichiarazione e presentarla ad un solo datore di lavoro che provvederà all’erogazione

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button