Notizie Italia

Bollo auto in Sicilia, come regolarizzare i mancati pagamenti senza sanzioni

In Sicilia è possibile regolarizzare il mancato pagamento del bollo auto, con scadenza dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2021, senza incorrere in sanzioni e senza dover pagare interessi. Lo prevede la legge regionale 16 del 2022, che si applica ai pagamenti omessi o insufficienti del bollo auto regionale, purché la regolarizzazione avvenga entro il 30 novembre 2022. Un decreto dirigenziale dell’assessorato regionale alle finanze e al credito definisce le modalità di applicazione dell’impianto.


La regolarizzazione agevolata, rivolta sia alle persone fisiche che giuridiche, riguarda le morosità già iscritte nel ruolo per gli anni dal 2016 al 2019 (escluse le somme già corrisposte al mandatario della riscossione) e quelle degli anni 2020 e 2021 non ancora regolarizzate con i canali ordinari di raccolta.

Sono invece esclusi i periodi d’imposta successivi al 31 dicembre 2021, i rapporti fiscali definiti con sentenza passata in giudicato, e quei ruoli per i quali prima dell’entrata in vigore della legge erano già state avviate procedure esecutive (ad esempio pignoramenti titoli e immobiliare, aste immobiliari e interventi nelle procedure esecutive immobiliari). Per i tributi sugli autoveicoli iscritti esclusivamente a titolo sanzionatorio e di interesse, la Regione Siciliana procede all’esenzione purché, alla data di entrata in vigore della norma in oggetto, non siano già state avviate procedure esecutive.

Inoltre, per consentire l’adesione all’agevolazione ed evitare l’avvio di procedimenti cautelari o atti esecutivi, il decreto prevede la sospensione massiccia della riscossione degli incarichi obbligatori del bollo auto regionale fino al 31 gennaio 2023 (esclusi i procedimenti esecutivi già avviati) . La sospensione non interrompe la notifica delle fatture tributarie.

Per aderire alla regolarizzazione agevolata, il pagamento deve essere effettuato esclusivamente nelle delegazioni ACI e nelle agenzie di pratiche autoautorizzate.

Allegato il decreto decreto esecutivo dell’assessorato regionale alle finanze e al credito

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button