Notizie Italia

Avevano l’assicurazione falsa, ma erano stati truffati: 3 denunce nell’Agrigentino

Sorpresa amara per due licatesi viaggiare con la propria auto inconsapevole di possedere falsa assicurazione. A scoprire la truffa, i carabinieri effettuano due distinti controlli per le strade.

Un giovane bloccato dagli agenti e trovato senza polizza è stato multato e invitato a presentare la polizza in questura. Dopo qualche giorno l’uomo si è presentato in questura e lì gli agenti hanno scoperto che il documento era falso e, quindi, il veicolo era privo di copertura assicurativa. Dalle indagini è emerso che il giovane era stato truffato. In pratica, dopo essersi connesso via internet ad un noto sito di offerte online, alla ricerca di una polizza assicurativa per la sua auto, è stato contattato al cellulare da un uomo, successivamente individuato nell’indagato di oggi, che si è presentato come un assicuratore, a cui proponeva un contratto di assicurazione con una nota compagnia. Il giovane truffato, dopo aver ricevuto via email la proposta di copertura assicurativa per il proprio veicolo, ritenendola molto conveniente, l’ha accettata ed ha effettuato, come concordato con il presunto assicuratore, una ricarica su carta prepagata e, dopo poco tempo. , ricevuto via email il contratto di assicurazione e il certificato di assicurazione relativo al proprio veicolo, documenti apparentemente reali. Dalle indagini, svolte anche con controlli informatici, gli agenti hanno individuato l’autore della truffa, un campano già noto alle forze dell’ordine per fatti simili.

Nelle stesse ore un altro licatese si è recato in questura per sporgere denuncia: dopo aver richiesto un preventivo per la copertura assicurativa del proprio veicolo su una nota piattaforma online ed aver effettuato il relativo pagamento tramite bonifico, non ricevendo il certificato né nel contratto di assicurazione originale, intuendo di essere stato truffato, decise di rivolgersi alla polizia. Dalle indagini gli agenti sono risaliti all’autore della truffa di Napoli che si sarebbe avvalso della complicità di un altro uomo, successivamente identificato come cittadino extracomunitario anch’egli residente nel napoletano. Entrambi gli indagati sono gravati da numerosi precedenti giudiziari per reati di frode, in particolare per la stipula di falsi contratti assicurativi.

I tre truffatori, due quarantenni campani e un cittadino extracomunitario, sono stati denunciati per truffa aggravata commessa via internet.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button