Notizie Italia

Arriva la prima vera perturbazione autunnale: in Sicilia piogge da domenica

L’autunno è arrivato. E già nel weekend è prevista la prima vera perturbazione, che partirà da nord e arriverà in Sicilia già domenica. Sull’isola l’alta pressione si rafforza, regalando un sabato più stabile e soleggiato, come spiegano gli esperti di 3bmeteo.com.

Ma i primi temporali compariranno al nord e soprattutto in Toscana. «Particolare attenzione alla Liguria, soprattutto dal Levante, alla Toscana, alle specie settentrionali e all’Appennino emiliano, dove le precipitazioni possono essere anche molto abbondanti, con punte locali di oltre 90-100mm – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara -: quindi non esclusa criticità idrogeologiche in questi ambiti locali con piene improvvise e smottamenti e/o smottamenti sui versanti appenninici più esposti Piogge in aumento dal Ligure anche sulle restanti regioni del Nord, mentre il resto del Centro e del Sud resterà in attesa con Scirocco in rinforzo».

In Sicilia, sul versante orientale e meridionale, il maltempo arriverà domenica pomeriggio per poi estendersi a gran parte dell’isola lunedì.

Calo delle temperature in Italia

La perturbazione porterà anche a un calo delle temperature la prossima settimana. «L’interazione con il Mediterraneo ancora caldo scatenerà nuovi episodi di maltempo o comunque di marcata instabilità atmosferica su gran parte dell’Italia – spiega da 3bmeteo.com -. Dovremo quindi fare i conti con nuove piogge, temporali, seppur alternati a fasce più asciutte e più soleggiate: le temperature raggiungeranno a volte valori da tardo autunno, con possibile ritorno della neve a quote medio-alte sulle Alpi. una fase marcatamente turbolenta a partire dal fine settimana, chiaramente in autunno».

In Italia è previsto un autunno con temporali

Il Mar Mediterraneo è ancora molto caldo, conseguenza della seconda estate più calda mai registrata in Italia. «Questo fatto – spiegano gli esperti – contribuisce ad aumentare l’energia a disposizione delle perturbazioni autunnali, che possono quindi manifestarsi con episodi di maltempo, talvolta di intensità significativa nel corso dei prossimi 2-3 mesi. Non è un caso che i mesi statisticamente più a rischio in questo senso siano settembre, ottobre, novembre». Prevedere dove e quando è attualmente impossibile. «Ma il potenziale energetico è ancora elevato e quindi non è escluso che in autunno si possano verificare temporali localizzati con potenziali rischi idrogeologici. Ciò non preclude però la possibilità di periodi di siccità: quest’anno in particolare ci sta dimostrando quanto il riscaldamento globale abbia già effetti concreti sul nostro Paese, con temperature spesso sopra la media, lunghi periodi di siccità intervallati da piogge talvolta molto violente concentrate in aree limitato”

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button