Notizie Italia

Arrestato carabiniere di Licata: è accusato di avere chiesto soldi al boss Buggea

Nell’ambito di un’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, coordinata dall’aggiunto Paolo Guido, i carabinieri del Ros di Palermo hanno arrestato il tenente dell’Arma Gianfranco Antonuccioin servizio presso l’ufficio investigativo della Società Licata.

Il soldato è accusato di indurre le persone a consegnare denaro, trafficare in monete contraffatte e divulgare segreti ufficiali. Tra gli elementi a carico di Antonuccio ci sono le dichiarazioni dell’avvocato Angela Porcello, considerata uno dei leader di Cosa Nostra Agrigento, finita in manette in un’indagine che ha svelato il suo ruolo di intermediaria con detenuti di spicco. La donna ha detto ai pm che il carabiniere avrebbe chiesto 1.500 euro al suo compagno, il boss mafioso Giancarlo Buggea, quando era agli arresti domiciliari. Antonuccio, incaricato di verificare che Buggea rispetti i requisiti imposti dal provvedimento, chiuderebbe in cambio un occhio sul comportamento del boss. Il nome del carabiniere ricorre anche in varie intercettazioni da cui emergono i suoi rapporti con un’organizzazione di narcotrafficanti.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button