Notizie Italia

Armao: “In questa campagna elettorale ignorata la lotta alla mafia, ho brutte sensazioni”

“Ho la sensazione che ci siano movimenti di denaro, condizioni che pregiudicano il regolare esercizio del voto da parte del cittadino”. Gaetano Armao presenta il suo programma presso la sede del comitato elettorale al civico 62B di via XX Settembre – ricoperta di locandine e foto – e denuncia a gran voce un possibile coinvolgimento della mafia nella campagna elettorale in corso per la presidenza siciliana. “In questa campagna elettorale c’è un silenzio assordante, vergognoso sul tema della legalità e della lotta alla mafia – prosegue – La mafia si combatte ogni giorno. Si parte da una modifica dello Statuto con una legge sul voto che recita “Il popolo siciliano ripudia la mafia, strumento di oppressione della libertà e del diritto di ogni cittadino”».

Tra i temi cardine del programma elettorale dell’attuale vicepresidente dell’assemblea regionale siciliana: interventi immediati per le imprese e le famiglie nella lotta ai dispendiosi energetici, un piano strategico per le rinnovabili, i termovalorizzatori e i rigassificatori, la proroga delle Zone Economiche Speciali al turismo d’industria, l’ammodernamento del sistema ferroviario e un programma straordinario di lavoro con impulso alle imprese giovanili e femminili.

Durante la conferenza stampa di questa mattina, la presentazione delle liste. «Con il voto segreto la Sicilia non farà mai un passo avanti – conclude Armao – Dobbiamo eliminare la generalizzazione del voto segreto che è inaccettabile in un Parlamento moderno. Una pratica infame che sceglie chi non ha il coraggio di assumersi la responsabilità di lui».

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button