Notizie local

Al voto un milione e 700 mila siciliani: orari, misure anti-Covid e spoglio

Voteremo oggi (12 giugno) dalle 7 alle 23 120 comuni siciliani eleggere sindaci e rinnovare consigli comunali e distrettuali: in 107 di questi – centri fino a 15.000 abitanti – verrà utilizzato il sistema maggioritario, nei restanti 13 – in cui l’eventuale votazione si terrà il 26 giugno – andrà a le urne con il sistema proporzionale.

La popolazione coinvolta è 1.710.451 abitantidi cui 900.823 anche per le elezioni dei presidenti di circoscrizione e dei consigli di circoscrizione (657.561 a Palermo e 243.262 a Messina).

In particolare saranno chiamati a votare due capoluoghi di provincia, Palermo e Messina (in cui si vota anche il referendum sull’istituzione del nuovo Comune di Montemare), e altri grandi centri: Palma di Montechiaro e Sciacca, nell’agrigentino; Niscemi, in provincia di Caltanissetta; Aci Catena, Palagonia, Paternò e Scordia, nel catanese; Pozzallo e Scicli, in provincia di Ragusa; Avola, nel siracusano; Erice in provincia di Trapani.

Come e quando votare

Ma vediamo come voteremo: i cittadini potranno esprimere fino a due preferenze nella stessa lista ma di genere diverso, uno maschile e l’altro femminile, e il voto espresso per una lista si estende al candidato sindaco ad essa collegato e non viceversa; Diverso è il discorso per il voto separato, che libera l’elettore di votare separatamente per uno dei candidati a sindaco e per una lista ad esso non collegata.

Spoglio

Al termine delle operazioni di voto si procederà allo spoglio delle schede dei cinque referendum sulla giustizia, mentre quello relativo a quelli amministrativi sarà posticipato a domani, lunedì 13 giugno, a partire dalle ore 14.

Referendum

Il 12 giugno ci sarà anche la votazione per il referendum sulla giustizia, cinque interrogazioni, e altrettante schede elettorali, che saranno sottoposte agli elettori: legge Severino sull’incandibilità dopo la condanna (voto rosso), limitazione delle misure cautelari (voto arancione) , separazione delle carriere tra magistrati (cartellino giallo), valutazione dei magistrati da parte dei membri laici dei consigli giudiziari (cartellino grigio) ed infine firme per le candidature al CSM, Consiglio Superiore della Magistratura (cartellino verde); come ogni referendum abrogativo, basta tracciare un segno sulla risposta che si vuole dare, sì o no.

Misure anti Covid

Permangono inoltre alcune misure anti-Covid ad eccezione dell’obbligo di indossare le mascherine nei seggi, quest’ultimo solo una forte raccomandazione come ormai avviene in tutti i luoghi pubblici: saranno previsti percorsi separati per l’ingresso ai seggi con rispetto a quelli appositamente segnalati in uscita, inoltre, deve essere sempre assicurata una distanza di un metro.
Inoltre, gli elettori troveranno dei dispenser per il gel igienizzante: sarà necessario, infatti, igienizzarsi le mani prima di ricevere la scheda e la matita per votare; per accedere ai posti non è necessario il pass Green.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button