Notizie Italia

Agrigento, stop movida selvaggia a San Leone: chiusure anticipate e limitazioni

Una nuova ordinanza vita notturna contro selvaggia è pronto a girare dal 1 agosto ad Agrigento e riguarda la costa di San Leone, Cannatello, Zingarello e Maddalusa. Il sindaco ha firmato un documento che regola l’attività dei locali notturni: dal 1° al 31 agosto è fissata la chiusura dei locali, il venerdì, il sabato e i giorni prefestivi, alle ore 3, mentre tutti gli altri giorni, domenica compresa, sarà essere necessario cessare tutte le attività entro 2.

Nessuna deroga per la notte di agosto: chiusura dei locali entro le 3 del mattino come prefestivo. In ogni caso, l’ordinanza del sindaco precisa che, negli altri giorni in cui vige l’obbligo di chiusura alle ore 2, i gestori dei locali possono chiedere la proroga di un’ora – ottenendo così l’autorizzazione a chiudere alle ore 3 – per “bisogni motivati”.

In merito alla disciplina sul livello di emissione sonora degli impianti di diffusione sonora, l’ordinanza prevede che «in presenza di particolari condizioni ambientali o di distanze ravvicinate dai locali agli insediamenti residenziali e sentita l’AR.PA, il responsabile del il rilascio dell’autorizzazione prescrive l’obbligo di installare i limitatori acustici e ogni altro provvedimento ritenuto più idoneo, sia nel caso di ambienti interni che esterni.In ogni caso l’attività musicale nello spazio esterno non può superare i 70 dB fino alle ore 22 e i 60 db dalle ore 22. Nelle zone prevalentemente residenziali il limite è fissato a 55 dB fino a 22 e 45 dB dopo le ore 22. L’amministrazione comunale ha facoltà di limitare il numero dei giorni, negare o revocare l’autorizzazione in presenza di comprovato disturbo o condizioni ambientali particolari”.

Per quanto riguarda i locali che svolgono spettacoli musicali all’aperto: “il lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e domenica tale attività è consentita fino alle ore 23.30 con obbligo di ridurre opportunamente il volume dalle ore 23.00 fino alle ore 00:30 con obbligo di ridurre adeguatamente il volume dalla mezzanotte. Nei sabati e nei giorni prefestivi fino all’una della notte con obbligo di ridurre il volume in modo opportuno dalle 00:30 (nelle località non balneari dovrà essere ridotto di conseguenza a partire dalla mezzanotte. ”Karaoke, dall’altro mano, non può durare oltre la mezzanotte.

Sono previste anche sanzioni, come recita l’ordinanza: «Chiunque, in mancanza della prescritta autorizzazione comunale prevista dal relativo regolamento per la tutela dall’inquinamento acustico, svolge attività, manifestazioni o spettacoli all’aperto, è soggetto all’obbligo amministrativo sanzione del pagamento di una somma da Euro 1.032,91 ad Euro 10.329,13 (Legge 10 comma 1 – Legge 447/1995).La cessazione dell’attività svolta senza autorizzazione è sempre disposta di fonte fissa o mobile di emissioni sonore, eccede la valori limite di emissione, è punito con il pagamento di una somma da 516,45 euro a 5.164,56 euro (art. 10 comma 2 – legge 447/1995) l’osservanza degli orari nell’esercizio delle attività temporanee svolte all’aperto è punita con il pagamento di una somma da € 103,29 a € 516,45″.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button