Notizie local

Agrigento: ok alla festa di San Calogero, ma non si potrà salire sulla statua per abbracciarla

Agrigento pronta a celebrare la festa di San Calogero anche se in una versione diversa. Non sarà possibile salire sulla statua all’uscita della chiesa per abbracciarla e baciarla. Un rito che rende caratteristica la festa dedicata al “Santo Nero” ma che anche questa volta sarà diverso: a causa del Coronavirus, due anni fa non veniva celebrata e l’anno scorso si è notevolmente ridotta.

La decisione di vietare gli abbracci alla statua giunge al termine di un incontro in Prefettura, con i rappresentanti della Questura, dell’Asp, della Curia e dell’Associazione dei “portatori”. La polizia dovrebbe scendere in campo per evitare i disordini ei tentativi di scalata ei “portatori” che dovranno fare da barriera.

Dopo due anni ci saranno anche le tradizionali bancarelle che, come sempre accade, fanno da corollario alla festa di San Calogero. Possono essere montate in Viale della Vittoria, Piazzale Saiseb e zone limitrofe.

L’anno scorso non c’è stata nessuna processione, nessun lancio di pane, nessun fuoco d’artificio. Nessun bagno di folla. Dal Santuario è uscito il simulacro di San Calogero e tutto è avvenuto sottotono per le restrizioni dovute alla pandemia.

Due anni prima, nel 2020, quando tutte le celebrazioni dovute al Covid furono bandite e il santuario chiuso, si era svolto un corteo abusivo: una piccola vara con sopra un San Calogero in miniatura, era stata sfilata per le vie della Città dei Templi . Un corteo non autorizzato dal Comitato Ordine e Sicurezza. C’erano stati assembramenti e troppe persone senza mascherine con la Digos che aveva fatto le indagini e visualizzato immagini e video. Otto persone sono state denunciate.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button