Notizie Italia

Addio al signore del vino: è morto il conte Lucio Tasca d’Almerita

Lutto nel mondo della viticoltura: Morto il conte Lucio Tasca d’Almerita. Aveva 82 anni.

Nato a Camastra, in provincia di Agrigento, il 9 gennaio 1940, è stato uno dei grandi protagonisti della viticoltura italiana. Laureato in Economia e Commercio, ebbe quattro figli (Giuseppe, Franca, Alberto, Alessandra).

Erede di una lunga tradizione nel settore, dal 1961 si dedica all’attività imprenditoriale nell’azienda Regaleali, trasformata poi in Conte Tasca d’Almerita spa Agricola. Fu tra i primi in Sicilia a credere nelle potenzialità del territorio per la produzione di eccellenze, tra i primi a puntare sull’enoturismo. E sulla base di queste convinzioni fu pioniere nella diffusione del vino siciliano ovunque, ambasciatore del vino siciliano nel mondo.

Nel 1985 è stato il primo in Sicilia a sperimentare varietà internazionali, aprendo poi un percorso seguito da molti. Alla tenuta madre, Regaleali – acquisita nel 1830 dai due fratelli Tasca, si è aggiunta negli anni Capofaro, a Salina, nell’arcipelago delle Eolie, isola verdeggiante al centro della Sicilia, nell’antica Contea di Sclafani; Tascante sull’Etna; la storica tenuta Whitaker nell’antica isola di Mozia; e Sallier de La Tour, a Monreale.

Lo ricorda l’ex sindaco di Palermo, Leoluca Orlando: “Grande affetto e vicinanza alla famiglia Tasca d’Almerita in questo momento di tristezza e dolore per la morte del caro Lucio Tasca, diventato un riferimento internazionale per i migliori imprenditori siciliani “.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button