Notizie Italia

Acque azzurre, Paltrinieri e Acerenza dominano la 5 km di nuoto in acque libere

Dalle acque di Ostia emerge in tutto il suo splendore il “Dio delle acque” che nello sport del nuoto ha nome e cognome, Gregorio Paltrinieri. Nome del supereroe: SuperGreg. Nelle acque del Mar Tirreno, davanti alla spiaggia più frequentata dai romani (Ostia è una frazione del capoluogo), il campione azzurro ha battuto entrambi i suoi avversari – a cominciare dal connazionale Domenico Acerenza, che è un meraviglioso argento – e le onde. Il mare mosso è l’originalità del mare aperto, una branca del nuoto che ha sempre dato tante soddisfazioni al movimento italiano. Paltrinieri, oro nei giorni scorsi negli 800 stile libero nelle corsie del Foro Italico e nuotatore dal palmares stellare tra ori olimpici e mondiali, si conferma il “Re d’Europa” per la distanza più breve in mare aperto, la 5 km . Il 27enne nuotatore carpigiano, portacolori delle Fiamme Oro, è stato autore di un’altra memorabile impresa sotto gli occhi della fidanzata Rossella Fiamingo, due volte medaglia olimpica nella scherma. Il match finale è stato davvero irresistibile con Gregorio che ha imposto il suo ritmo e ha costretto gli avversari a posizionarsi in modalità “treno”. Paltrinieri sfiora in 52’13″5 davanti ad Acerenza.

Mimmo, il gregario con l’argento vivo

Domenico detto Mimmo, 27 anni di Potenza, dopo essere stato un fedele seguace supergreg, ha provato a mettere la freccia nell’ultimo imbuto ma alla fine è arrivato al traguardo a soli sette decimi. Bronzo, a sette secondi, il francese Marc-Antoine Olivier che ha superato di soli cinque decimi il connazionale Logan Fontaine. «Vedere la spiaggia piena di gente è spettacolare, è stata una bella gara. Nei primi due giri è andato tutto molto bene mentre nel terzo il mare è diventato più mosso e lo si sentiva», ha commentato Paltrinieri.

Gabrielleschi prende il bronzo

Il posticipo di 48 ore dell’inizio del programma di nuoto di fondo, causato dal maltempo e dalle proibitive condizioni del mare, ha portato fortuna anche a Giulia Gabrielleschi, bronzo nella 5 km femminile nelle stesse acque. Oro, il terzo consecutivo, alla campionessa olandese Sharon van Rouwendaal (56’58″7) per una vittoria che vale un capitolo di storia perché solo la tedesca Peggy Buechse aveva vinto tre volte nella 5 km (1997, 1999, 2000 ). Quella del 26enne pistoiese, tesserato anche come Paltrinieri e Acerenza per le Fiamme Oro, è stata la 60esima medaglia italiana agli Europei di Roma e, a livello personale, la terza medaglia europea (argento nella 5 km ultima anno in Ungheria e nella 10 km a Glasgow 2018). Argento per la spagnola Maria De Valdes Alvarez, arrivata a 1”5 dall’oro ea soli due decimi dall’italiana. Domani (ore 10) Paltrinieri tornerà nelle acque del Tirreno per la 10 km olimpica che lo vede campione del mondo ed europeo in carica.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button