Notizie local

Stop del Tar alla discarica di Motta Sant’Anastasia, disagi per la raccolta differenziata in mezza Sicilia

Quella appena iniziata rischia di essere una lunga estate di problemi legati a sciupare o meglio al loro conferimento. Il TAR di Catania ha annullato la riapertura della discarica di Oikos a Motta Sant’Anastasia. Alla fine hanno vinto i comitati No discarica di Motta Sant’Anastasia e Misterbianco.

L’autorizzazione integrata ambientale (Aia) concessa a Oikos spa per la discarica valanghe d’inverno è stata annullata e gli atti del procedimento amministrativo sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica di Palermo e Catania “per gli eventuali accertamenti di rispettiva competenza”.

Questo l’epilogo, almeno per il momento, dei ricorsi contro il rinnovo dell’impianto di smaltimento rifiuti dell’Aia nel catanese. L’Aia, ovvero l’autorizzazione allo smaltimento dei rifiuti nello stabilimento di Mottese, è stata concessa dalla Regione nel 2009, poi rinnovata nel 2019 all’azienda di proprietà della famiglia di Mimmo Proto, imprenditore di Oikos.

Ed è proprio su questo rinnovamento che si concentrano gli appelli dei Comuni di Motta e Misterbianco e delle associazioni Rifiuti Zero e Legambiente. Questo sta causando, e causerà, disservizi in mezza Sicilia come dicono i comuni di Marsala e Castellammare del Golfo per la provincia di Trapani.

Con nota urgente, inviata a tutti i Comuni conferenti, “Trapani Servizi SpA” ha annunciato il blocco del conferimento dei rifiuti secchi residui (RSU o indifferenziati).

“Attualmente, quindi – scrive Trapani Servizi – i mezzi carichi di RSU sono fermi nei pressi della suddetta discarica. Non potendo conferire tali rifiuti, ne consegue che è impossibile smaltirli regolarmente fino a quando la situazione non sarà ripulita”.

E mentre si seguono gli sviluppi a livello regionale per trovare discariche alternative allo smaltimento, l’amministrazione comunale di Marsala ha così invitato i cittadini a non esporre temporaneamente i rifiuti indifferenziati e ad aumentare la differenziazione delle altre tipologie che possono essere raccolte e smaltite. , in modo da ridurre il residuo secco. L’Amministrazione raccomanda la corretta differenziazione dei rifiuti sulle spiagge, utilizzando gli appositi contenitori posti sulle spiagge.

Anche l’amministrazione comunale di Castellammare del Golfo ha informato i suoi cittadini che domani (16 giugno) non verrà effettuata la raccolta dei rifiuti indifferenziati. Il Comune ha invitato tutti a “non esporre i rifiuti indifferenziati giovedì. Continua invece regolarmente la raccolta di tutte le altre tipologie di rifiuti differenziati. In caso di ulteriori modifiche alla raccolta dei rifiuti indifferenziati, saranno tempestivamente comunicate”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button