Notizie local

Processo Borsellino, la difesa: anche i poliziotti imputati meritano rispetto

«Le vittime e le parti civili meritano rispetto, ma sono certo che tutti coloro che in quegli anni furono coinvolti nella lotta alla mafia meritino lo stesso rispetto. Compresi gli uomini del girone Falcone-Borsellino. È grazie a questi uomini, ormai ampiamente denigrati anche in questo processo, che la mafia ha subito un duro colpo». Lo afferma l’avvocato Giuseppe Panepinto, avvocato di Mario Bo, poliziotto accusato a Caltanissetta insieme ad altri due colleghi, Fabrizio Mattei e Mario Ribaudo, nel processo sul depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio. I tre poliziotti, ex componenti del gruppo investigativo Falcone-Borsellino, sono accusati di calunnia aggravata favorendo Cosa Nostra per aver indotto il falso pentito Vincenzo Scarantino a dire bugie e condannare persone innocenti per la strage in cui è morto il giudice Borsellino. insieme a 5 ufficiali della scorta. «È stata screditata la memoria di chi è morto e oggi non può difendersi – ha proseguito Panepinto – Mi riferisco a magistrati, poliziotti, accusati di collusione, di voler trarre in inganno. Sono accuse gravi e diffamatorie che espongono alla gogna dei media. E prima di spostarli ci hanno insegnato che bisogna avere delle prove».

“Gli imputati hanno avuto conseguenze a livello professionale, personale e familiare. Vera sofferenza. Un percorso che dal punto di vista umano mi ha dato l’opportunità di conoscere Mario Bo. Un uomo di stato assolutamente retto. Di cui ho potuto apprezzare il grande senso di abnegazione e rispetto per lo Stato nonostante ciò che ha subito” continua l’arringa dell’avvocato Giuseppe Panepinto, avvocato del poliziotto Mario Bo, accusato a Caltanissetta insieme ad altri due colleghi prima della collegiata di corte presieduta da Francesco D’Arrigo. “Sono seguite gravi malattie, anche se non è questo il luogo per parlarne. A vederlo saltare sulla sedia, un uomo che si è sempre schierato con la giustizia, lo Stato, che si è esposto in la prima persona e che ora si trova in questa situazione e continua a mantenere la massima dignità”, ha sottolineato l’avvocato.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button