News

Parte il processo Montante bis: tra gli imputati anche l’ex presidente Crocetta

Al via questa mattina nella stanza bunker del carcere di Caltanissetta, il processo denominato “Montante bis” che si celebra nei confronti di 13 imputati, tra cui politici, tra cui l’ex presidente della Regione Rosario Crocetta, ex consiglieri regionali, imprenditori e rappresentanti delle forze dell’ordine , accusato di aver fatto parte del cosiddetto Sistema Montana.

L’udienza è stata rinviata al 25 maggio perché i difensori delle persone offese, Salvatore Petrotto, Salvatore Iacuzzo e Giampiero Casagni, precedentemente esclusi in udienza preliminare, hanno chiesto nuovamente di costituirsi parte civile. Nuove richieste sono state invece avanzate dall’Associazione Libera, Codacons, Industria Acqua Siracusana Spa. Gli imputati degli imputati hanno chiesto un termine per poter analizzare e intervenire sulle richieste di azione civile. Il Tribunale, presieduto dal giudice Francesco D’Arrigo, ha rinviato l’udienza.

Tra gli imputati, oltre all’ex campione antimafia Antonello Montante, già presidente di Confindustria Sicilia, ci sono l’ex presidente della Regione Rosario Crocetta, gli ex assessori Linda Vancheri e Mariella Lo Bello, l’ex assessore Irsap Maria Grazia Brandara , gli imprenditori Giuseppe Catanzaro, Rosario Amarù e Carmelo Turco, Vincenzo Savastano vice sovrintendente all’epoca dei fatti della Polizia all’ufficio di frontiera di Fiumicino, Gaetano Scillia capo del centro Dia di Caltanissetta dal 2010 al 2014, Arturo De Felice, direttore della Dia dal 2012 al 2014, Giuseppe D’Agata, colonnello dei carabinieri, e Diego Di Simone Perricone, ex capo della sicurezza di Confindustria.

La pm di Caltanissetta contesta presunti finanziamenti illeciti che sarebbero stati erogati per sostenere la campagna elettorale dell’ex governatore Crocetta. Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, accesso abusivo al sistema informatico e finanziamento illecito di partiti. Sono state ammesse 19 parti civili. Tra questi l’imprenditore Marco Venturi e Alfonso Cicero, ex presidente dell’Irsap Sicilia, che sono considerati tra i testi chiave dell’inchiesta.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button