Notizie local

Nuova truffa online: finta email dell’Inps per rubare i dati bancari

Un altro caso di phishing. Questa volta la truffa – attuata su Internet attraverso la quale un aggressore tenta di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni anagrafiche, dati finanziari o codici di accesso, spacciandosi per entità affidabile – coinvolge una mail dell’INPS il cui testo recita: “Con questa comunicazione – si legge – La informiamo che il nostro sistema automatico Inps ha indicato che Lei possiede tutti i requisiti e le condizioni per recuperare l’importo di 715,00 euro di tasse e/o contributi versati nel 2021. Tuttavia, noi provato ad effettuare il pagamento dell’importo indicato tramite bonifico bancario ma l’operazione non è andata a buon fine perché le vostre coordinate bancarie in nostro possesso sono errate o incomplete». Subito dopo il messaggio invitante troverete il link dove inserire le vostre coordinate bancarie per ricevere la somma.

«Ci ​​troviamo di fronte alle classiche operazioni che allettano i malcapitati attraverso il vanto di un credito – ha spiegato il presidente di Federconsumatori, Lillo Vizzini – in questi giorni allo sportello ci sono tante segnalazioni di cittadini. Un attento esame dell’indirizzo e-mail di provenienza, invece – continua Vizzini – dimostra che si tratta di una trappola della posta elettronica”.

Infatti, se si clicca sul link “si viene indirizzati ad una pagina dove vengono richiesti i dati della vittima e viene fatta la frittata – denuncia Lillo Vizzini – i dati sensibili vengono sottratti con l’inganno del presunto rimborso”. Il presidente ha anche ribadito che i cittadini non riceveranno mai e poi mai email di questo tipo, né dall’Inps né dal proprio istituto bancario. In casi come questi, quindi, è importante che tali messaggi di posta elettronica vengano cestinati tempestivamente, senza farsi prendere dalla curiosità, proprio su ciò su cui i truffatori incalzano.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button