Notizie local

“Non è più tempo di candidare parenti di vittime di mafia”, scontro nel centrosinistra

È una durissima battaglia nel centrosinistra alla vigilia della presentazione del regolamento delle primarie per l’elezione del presidente della Regione. «”Non è più il momento di nominare i parenti delle vittime della mafia” è una frase vergognosa e oscena. La pronuncia, in un’intervista, di un dirigente palermitano del Pd riferendosi, presumo, non a me (il Pd non è il mio partito) ma a Caterina Chinnici, possibile candidata di quel partito alle primarie del 23 luglio”, dice Claudio Fava, candidato alle primarie per la presidenza della Regione, riferendosi alle dichiarazioni del segretario provinciale del Pd di Palermo, Rosario Filoramo: «Il Pd deve nominare uno dei suoi leader politici. Non è più il momento di nominare i parenti delle vittime della mafia. Se si rompe un rubinetto, chiama un idraulico, se sei malato vai dal dottore. Questo è il momento in cui serve un politico”, ha detto Filoramo. «Siamo ancora ostaggi – aggiunge Fava – di una subcultura politica che considera i parenti dei morti di mafia una categoria antropologica, una specie di riserva indiana, donne e uomini segnati a vita da una lettera scarlatta. Un pensiero osceno, non trovo altre parole. Tutta la mia solidarietà a Caterina Chinnici».

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button