Notizie local

Kevin Spacey processato a Londra per abusi sessuali nei confronti di 3 uomini

Kevin Spacey affrontati senza parlare e con il sorriso, ma scortati dai suoi avvocati e da un paio di poliziotti, i tanti fotografi e cameramen si sono affollati davanti alla Westminster Magistrates Court di Londra per apparire come imputato nel suo primo processo penale in cui deve affrontare cinque capi di imputazione per aggressione sessuale che coinvolgono molestie e abusi di tre uomini. La breve udienza preliminare nel tribunale della capitale britannica si è aperta con l’attore e regista americano, 62 anni, vestito con un elegante abito blu, che ha ribadito le sue generalità e in seguito il giudice Tan Ikram ha ricordato le accuse per presunti incidenti risalenti a diversi anni fa. anni fa (tra il 2005 e il 2013) per poi concedere al premio Oscar una cauzione incondizionata e convocare la prossima udienza per il 14 luglio al tribunale di Southwark: in quell’occasione Spacey dovrà dichiararsi ufficialmente colpevole o innocente. In aula è stata ribadita l’accusa di “attività penetranti” non consensuali rivolte alla star di Hollywood, che quindi svela un quadro di abusi sessuali, non solo molestie.

Gli uomini che rappresentano la parte lesa, i cui nomi non sono stati resi pubblici, hanno ora un’età compresa tra i 30 ei 40 anni e avrebbero conosciuto Spacey nel mondo dello spettacolo britannico quando erano più giovani. Le accuse contro di lui riguardano in particolare il suo periodo come direttore artistico del prestigioso teatro Old Vic di Londra dal 2004 al 2015. L’attore, che ha anche la cittadinanza britannica, rimane a piede libero e gli è stato permesso di tornare. negli Stati Uniti, dove vive. Egli pesò positivamente in suo favore presentandosi di sua spontanea volontà dinanzi alla corte inglese. Spacey continua anche a ribadire la sua innocenza. “Nega strenuamente di aver commesso un crimine”, ha detto il suo avvocato, Patrick Gibbs.

“Deve rispondere di queste accuse per andare avanti con la sua vita”, ha aggiunto. Una vita che, almeno dal punto di vista professionale, è stata devastata dalle accuse di molestie mosse contro di lui nel Regno Unito e negli Stati Uniti e dai conseguenti problemi legali. Come nel caso della sua uscita dalla fortunata serie americana “House of Cards” con tanto di esborso milionario ai produttori per aver violato le regole di condotta o esclusione da importanti film di Hollywood. Quella iniziata oggi si preannuncia una lunga battaglia legale su uno dei capitoli dei presunti abusi emersi sulla scia delle denunce del movimento #MeToo a partire dal 2017. Proprio in quell’anno, l’Old Vic rivelò dopo un indagine sulla ricezione di 20 segnalazioni contro Spacey da parte di uomini, per lo più membri del personale, per “comportamento inappropriato”, comprese molestie sessuali. È previsto anche un altro processo farsa, dopo le recenti controversie legali negli Stati Uniti tra Johnny Depp e Amber Heard o altri eventi legali che hanno coinvolto varie celebrità, inclusi dettagli morbosi e l’assedio dei media.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button